Testo L'Errore

Testo L'Errore

La conseguenza naturale dell'errore
E' dubitare che l'errore in fondo ci sia stato mai
E fatto il mondo Dio avrà perso un paio d'ore
Pavoneggiarsi e bere insieme a tutti quanti gli altri dei

"La donna è donna", questo vi ho sentito dire
E giuro che il significato io non l'ho capito mai
Perché se partorisco allora so soffrire?
E' come dire che chi nasce ha un bel talento nel morire

E giorno dopo giorno, lascio il mondo solo
Che Dio avrà bevuto troppo o forse poco, chi lo sa
Un singolare femminile, un tesoro
L'errore in sè che si rivela sotto forma di realtà

E non mi dire "devi capire"
Io che ho voluto troppo bene, non devo capire più
Che siamo al mondo per farci del male
E allora soffri fino a quando il cuore non ti esploderà

Oh cielo nero, cielo nero, cielo nero
Tu eri terso e trasparente fino a qualche tempo fa
Credi davvero di essere il solo A volerne un milione di possibilità?

Oh cielo nero, cielo nero, cielo nero
Tu eri l'uomo che esisteva fino a qualche tempo fa
Credi davvero di essere il solo?
Sei solo veramente quando hai perso anche la verità

La conseguenza naturale dell'amore
E' dubitare che l'amore in fondo ci sia stato mai
Può fare male, male da morire
Ma è soltanto la paura della normalità

Una risposta è tutto quello che hai da dire
E giuro che io l'aspettavo ma non l'ho avuta mai
Forse c'è un modo per salvarsi ed è ferire
Per questo soffri fino a quando il cuore non ti esploderà

Oh cielo nero, cielo nero, cielo nero
Tu eri terso e trasparente fino a qualche tempo fa
Credi davvero di essere il solo
A volerne un milione di possibilità?

Oh cielo nero, cielo nero, cielo nero
Tu eri l'uomo che esisteva fino a qualche tempo fa
Credi davvero di essere il solo?
Sei solo veramente quando hai perso anche la verità

Na na na...


Guarda il video di L'Errore

L'Errore videoplay video
Testi di Marina Rei
Questo sito utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner o scrollando la pagina ne accetti l'uso.Per info leggi qui