Testo Quasi Liberi

Testo Quasi Liberi

Fidati delle cose chiare
Non delle cose ovvie
Di quelle luminose e non di quelle illuminate
Di chi capisce poco e non ha visto tutto
Scoprire è meglio che capire
Capire è meglio che spiegare
Fidati di chi non si vergogna di cantare come gli viene
E non delle canzoni
Di chi ha messo la testa a posto ma non ricorda dove
Di chi balla per la strada soprattutto quando piove

Tutto quello che amo è sbagliato
Tutto quello che bevo è corretto
Tutto quello in cui credo è imperfetto
Tutto quello che ho perso rimane
E la voglia di bruciare
E bruciare e bruciare e bruciare
Non mi chiedere di cambiare
Tutto quello che amo fa male

E alla fine è meglio essere liberi
Che furbi
Meglio essere sprovveduti che intelligenti
E alla fine è meglio essere vivi che vissuti
Meglio essere sbagliati che incompiuti
Il resto sono solo scuse per sentirsi in fondo in compagnia
Nel rimanere soli con i propri alibi
Mentre il tempo vince un altro solitario con te

Tutto quello che amo è sbagliato
Tutto quello che bevo è corretto
Tutto quello in cui credo è imperfetto
Tutto quello che ho perso rimane
E la voglia di bruciare
E bruciare e bruciare e bruciare
Non mi chiedere di cambiare
Tutto quello che amo fa male

Tutto quello che amo è sbagliato
Tutto quello che bevo è corretto
Tutto quello in cui credo è imperfetto
Tutto quello che ho perso rimane
E la voglia di bruciare
E bruciare e bruciare e bruciare
Non mi chiedere di cambiare
Tutto quello che amo fa male
Testi dei Lo Stato Sociale
Questo sito utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner o scrollando la pagina ne accetti l'uso.Per info leggi qui