Testo Angeli In Prestito

Testo Angeli In Prestito

(testo e musica di Franco SIMONE)

Io ti ho vissuta come un'abitudine
Leggera come neve ma abitudine.
Adesso nel silenzio cerco le tue mani
Che usavo per costruire ogni mio domani…
Mi manca tra le note il gusto popolare
della tua voce mischiata con la mia
Ma gli angeli li abbiamo solo in prestito.
Il vento prima o poi se li riporta via…
Che strano questo tempo è grande come il mare
ci navighi sicuro e non ti fermi mai
Con la tua vela bianca arrivi in alto mare
Ma in fondo l'orizzonte non si allarga più...
A vurria turnà cu te
pe parlà cu te
per cantà cu
te cantà cu te
Io ti ho vissuta come un'abitudine
Leggera come neve ma abitudine.
risento tra le note il gusto popolare
della tua voce mescolata con la mia
Che strano questo tempo è grande come il mare ci navighi sicuro e non ti fermi mai
Con la tua vela bianca arrivi in alto mare
Ma in fondo l'orizzonte non si allarga più...
A vurria turnà cu te
pe parlà cu te
per cantà cu
te cantà cu te

Testi di Franco Simone