Testo Un Uomo Vero

Testo Un Uomo Vero

Che carattere brutto che tieni e non cambi mai,
ma sai essere tutto e nessuno se vuoi,
ma chi si ca pe forz cumman ( sarebbe comandi) sta vita mia,
si terass ogg o sacc te veng a piglià,
quante donne che ho avuto io nun me ricord chiu,
sacc sul che allora cercavano a me,
maledetto quel giorno che t'appresentast (ti presentasti) tu,
te guardavo e svenuto gia murev pe te

RIT: si vuo tu diventa bell ogni cos,
miett o munn (mondo) in una scatola rosa,
c'astringimm ( ci stringiamo) e diventiamo bambini,
tu che scappi e io te port o cuscin,
mamma comm stamm appiccecate,
nudi quando, neanche si agg mangiat, rind'o liett me riman, nu te tocc e nun si fumm rind a stanz e liett

t'amo troppo è per questo che non mi ribello mai,
quando poi se me riesc ta facc pavà,
anche se ti ho sposata ho paura di perderti,
fa passà sti vint (20) anni,
pe te fa abbusca

RIT: si vuo tu diventa bell ogni cos, miett o munn (mondo) in una scatola rosa,
c'astringimm ( ci stringiamo) e diventiamo bambini,
tu che scappi e io te port o cuscin,
mamma comm stamm appiccecate,
nudi quando, neanche si agg mangiat, rind'o liett me riman, nu te tocc e nun si fumm rind a stanz e liett
si vuo tu diventa bell ogni cos,
miett o munn (mondo) in una scatola rosa,
c'astringimm ( ci stringiamo) e diventiamo bambini,
tu che scappi e io te port o cuscin.

Guarda il video di Un Uomo Vero

Un Uomo Vero videoplay video
Testi di Alessandro Fiorello